GLEE serie tv americane che passioneGlee è una serie televisiva americana che ha riscosso un enorme successo specialmente da parte dei giovani e giovanissimi.

In onda dal 2009 su Fox, creata dalla mente prolifica di Ryan Murphy.

Quest'ultimo, creatore anche di altre serie seguitissime cone Nip TucK e Popular, aveva originariamente pensato a Glee come un film poi trasformato in telefilm.

La musica ha un ruolo centrale nelle vicende dei giovani iscritti alla William McKinley High School dell'Ohio. In un'epoca come la nostra in cui la televisione è piena di talent show, non poteva non riscuotere il favore del pubblico adolescente. Musica, ballo, arte, gruppi di canto corale, questi sono infatti gli ingredienti del programma. A contrario di molte altre storie ambientate in istituti scolastici nei quali sono gli studenti a voler modernizzare e rendere più divertenti e giovani le lezioni questa volta tutto inizia con il desiderio del professor Will Schuester di far rivivere il vecchio gruppo di canto e ballo: il glee club. L'antiquato progetto non riscuote le simpatie degli studenti. Allora il professor Schuester azzarda ancora di più e concentra la sua idea su un gruppo di iscritti che per un motivo o per un altro sono considerati gli sfigati dell'istituto.

La diva in carne Mercedes Jones, l'egocentrica Rachel Berry, la timida e tetra Tina Choen-Chang, il nerd Artie Abrams costretto sulla sedia a rotelle, l'amante del fashion Kurt Hummer e, ricordatevi questo nome, lo sportivo Finn Hudson. Una volta partito il progetto si aggiungono gruppi di atleti e cheerleader. Il glee club piano piano riscuote sempre più successo e da semplice programma extrascolastico riesce ad arrivare alle selezioni regionali arrivando però solo terza in classifica.

Se si dovessero seguire gli accordi stretti inizialmente tra il preside il professore il club dovrebbe essere chiuso, ma fortunatamente l'entusiasmo e le capacità dei ragazzi hanno fatto breccia anche nel cuore di altri insegnanti prima contrari.

Sarà proprio grazie a questi che il glee club potrà continuare ad essere. Nel corso delle diverse stagioni si aggiungono naturalmente altri personaggi, altri giovani talentuosi e le loro vite si intrecceranno a quelle dei vecchi protagonisti. Storie di tutti i giorni, amicizia, liti, amori, incomprensioni, sentimenti, ingiustizie. Purtroppo quest'estate l'attore Cory Monteith, interprete di Finn Hudson, è morto per un overdose di eroina. Tre settimane dopo la sua morte Ryan Murphy decide di girare un episodio tributo al giovane che si è mostrato al grande pubblico in questa serie tv. Proprio per questo Ryan Murphy prende un'altra drastica decisione: la serie Glee nella quale Finn Hudson era indiscutibilmente un personaggio fondamentale, finirà con la sesta stagione.

La puntata omaggio al ricordo del giovane attore in Italia verrà trasmessa doppiata proprio domani su Fox in prima serata.

Già andata in onda in versione originale si è mostrata come un pensiero delicato e rispettoso verso tutti i cari di Cory Monteith. Una nota stonata è stato forse il non inserire nel contesto del telefilm la vera ragione della scomparsa di Finn Hudson, quando forse poteva essere un motivo di giuste e profonde riflessioni per il pubblico della serie, specialmente considerando che si tratta prevalentemente di adolescenti molto esposti al rischio di problemi di droga. I contratti e gli accordi per la quinta e sesta serie sono stati già da tempo confermati e rinnovati. Ma la sesta sarà di sicuro l'ultima. Il finale naturalmente dovrà essere rielaborato , ripensato e riscritto a causa del tragico evento.

Il finale prevedeva infatti un episodio incentrato proprio sulla coppia Finn Hudson e Rachel Berry, interpretata da Lea MIchele. I due erano un a coppia nella serie ma anche nella vita. Proprio per questo, forse, risulterà ancora più struggente il momento in cui Lea MIchele canterà la triste To make you feel my love dedicandola a Cory Monteith.

Vuoi sapere quante visite ha questo articolista? Clicca sul bottoncino "VS" a lato.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment