The Mentalist è la prova concreta che forse i classici casi da risolvere hapellicola cinematorgrafica di un filmnno annoiato gli spettatori.

 

Di The Mentalist infatti si può dire tutto tranne che sia classico, la serie statunitense creata da Bruno Heller è originale e innovativa.

Patrick Jane, il protagonista, è un consulente al California Bureau of investigation, ma in realtà è un contributo essenziale per risolvere i casi.

Patrick Jane, interpretato da Simon Baker, riesce a notare ogni minimo comportamento dell'essere umana, riuscendo a capire così le sue intenzioni, la sua personalità e scoprendo alla fine il colpevole.

Oltre ogni tipo di prova concreta, Jane si basa sui comportamenti delle persone, i gesti, le mani sudate e i piccoli errori che tutti possono compiere quando provano  un senso di colpa.

Questa sua dote però non è stata sempre positiva per il nostro investigatore-psicologo, infatti ha innervosito John il rosso che ha sterminato tutta la sua famiglia.

Intelligenza e dolore sono le parole chiavi della serie che ha impressionato gli USA e poi l'Italia, e che è tornato a sconvolgere il pubblico con la seconda serie su Italia Uno.

Gli spettatori aspettano con ansia l'arrivo del più acuto degli investigatori.

Non servono esami sopraffini su Dna o tracce invisibili, con The Mentalist si ritorna ai vecchi trucchi.

Sembra ricordare il Poirot di Agatha Christie o il più noto Sherlock Holmes! Non ci resta che lasciarci impressionare!

Written by Vanessa Portoghese modificated by Manager_Igor Scarabel

   


Vuoi "Guadagnare Online Commentando gli Articoli di altri autori"??? Inizia da questa News!!!

1) Registrati gratuitamente; 2) Effettua il Login; 3) Commenta l'articolo con almeno 120 parole ... Vuoi sapere di più? Leggi le "FAQ".

ATTENZIONE: NO SPAM, NO link verso altri siti web, NO a volgarità, diffamazione, razzismo, pornografia, pedofilia, gioco d'azzardo, alcool, fumo, etc.. I trasgressori verranno BANNATI A VITA!

Hai trovato un errore o una disattenzione?! Non scrivere un commento qui sotto, MA comunicacelo direttamente su Contatti Redazionali

Log in to comment