passione TvIeri sera sono stati tramessi su Sky i primi due episodi della nuova serie "Homeland - caccia alla spia" che narra le vicende del sergente dei Marines americani Nicolas Brody, rimasto prigioniero per ben otto anni, nelle mani dei terroristi.

Grazie ai corpi speciali della Cia, viene tratto in salvo e fa rientro a casa dove trascorre i primi giorni tra continui flash che lo riportano a quei giorni, alle violenze, alle torture, alla prigionia, menzogne e incubi notturni.

Bin Laden è stato ucciso e la nazione ha bisogno della figura di un eroe per giustificare le perdite subite, e far dimenticare il periodo dell'attentato dell'11 settembre, e Brody sembra essere proprio la persona adatta a risollevare il morale, ma c'è chi è cnvinta che in realtà egli si sia convertito e praticamente sia diventato una spia.

Inizia così un sorveglianza 24 ore su 24 del sergente Brody, videocamere, pedinamenti, si analizzano i singoli gesti alla scoperta di quel segno – anche piccolissimo – che confermi i sospetti di trovarsi di fronte ad una spia e alla possibilità di un nuovo attacco terroristico.

Homeland – caccia alla spia, è una ricerca costante, minuziosa, quasi maniacale di un segno del tradimento del marines, e un gesto ritmico di alcune dita della mano, fatto in circostanze pubbliche, potrebbe nascondere una sorta di codice cifrato indirizzato a qualche cellula dormiente.

 

Brody sembra apparentemente una vittima, un uomo che ha vissuto un'esperienza che lo ha segnato profondamente nel corpo e nella mente, e che potrebbe av er intaccato la sua integrità e lealtà di marines nei confronti del suo paese.

Verso la fine del secondo episodio di Homeland - caccia alla spia forse emerge qualcosa di concreto, l'acquisto di un tappeto e una preghiera tipicamente musulmana, poi l'uscita di fronte ai giornalisti, alla nazione con l'atteggiamento dell'eroe... una "maschera" che nasconde cosa?

written by Mara Peruzzi

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment