SOTTOVUOTO: ARRIVA IL NUOVO SINGOLO DI RENZO RUBINO. ALLA REGIA DEL TRAVOLGENTE VIDEOCLIP, DUCCIO FORZANO (by el91)

Abbiamo avuto modo di conoscerlo due anni fa, quando per la prima volta ha calcato il palco del teatro Ariston, nella sezione giovani con Il postino (Amami uomo).

La canzone si posiziona al terzo posto nella finale del 15 febbraio 2013 e si aggiudica il Premio della Critica del Festival della canzone italiana "Mia Martini".

Renzo però non si ferma anzi ci prende gusto e quest’anno si è ripresentato, questa volta della sezione big con due brani molto emozionanti. Ora e Per sempre e poi basta.

Renzo Rubino sembra non volersi fermare.

Classe 1988, pugliese doc. il classico bravo ragazzo con un talento innato.

“Sottovuoto” il nuovo singolo, ne è la prova.

Il brano è tratto dall’album di inediti del cantautore, intitolato “Secondo Rubino”, all’interno del quale troviamo anche i brani sanremesi.

L’originalità della canzone di Rubino però è accompagnata da un altrettanto, singolare, allegro e fresco videoclip, ideato da Valentina Stangherlin e Duccio Forzano che ne è anche il regista.

Video in cui Rubino si troverà imprigionato all’interno di un barattolo, come per l’appunto sottovuoto.

Il brano racchiude i brandelli di una storia d’amore, raccontati quasi come filastrocca magica.

È il Rubino che conosciamo, attento ai dettagli, attento ad associare un arrangiamento veloce e travolgente al testo.

L’attenzione e la cura dei piccoli dettagli, che poi alla fine si sa, sono loro a fare la differenza, è stata anche la prerogativa della regia che ha realizzato il videoclip.

Duccio Forzano si è ispirato al surrealismo metafisico di artisti eterni ed indimenticabili come De Chirico e Dalì, mentre Renzo Rubino veste i panni di se stesso inserendo nel video tutte le sue passioni.

Lo vediamo quindi suonare il pianoforte, mangiare ciliegie e poi non potevano certo mancare i barattoli, emblema del sottovuoto all’interno del quale tutto sembra essere caduto.

Questi sono i compagni di viaggio dell’uomo, prima che del cantante. Un uomo vestito di tutto punto, con una linea di matita intorno agli occhi e con dei calzini che rivelano una quantità di follia sufficiente per stravolgere la routine quotidiana.

Così ci troviamo Rubino che, con i suoi piedi, suona un enorme pianoforte, che mangia ciliegie compulsivamente o che cerca di distruggere il barattolo che lo tiene prigioniero.

Il tutto contornato da una piccola coreografia, eseguita dallo stesso Renzo, moltiplicato a decine.

Un balletto che oltre a rendere a pieno la versatilità di un cantante che potremmo definire una sorta di musicattore, diventerà di sicuro il tormentone dell’estate, con quel suo

“Prendi la maniglia, prendi la maniglia, apri il mio petto, il mio petto. Strappa, strappa, strappa quel che vuoi strappa ogni cosa dal mio petto, dal mio petto.” ripetuto ad ogni ritornello.

Un video frizzante, allegro, colorato e fresco come la canzone, in grado di strapparci un sorriso ogni volta che lo vedremo.

Un video che rispecchia in toto la musicalità e l’energia della canzone, attento ai dettagli, anche quelli che, in prima battuta, potrebbero sembrare superflui.

Ma non potrebbe essere diversamente, quando la regia è targata Duccio Forzano.

Vuoi sapere quante visite ha questo articolista? Clicca sul bottoncino "VS" a lato.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment