Amy WinehouseConcerto da dimenticare per Amy Winehouse a Dubai, negli Emirati Arabi, nel quale ha dato la solita versione di confusione personale e professionale, mandando in bestia gli spettatori accorsi numerosi ad ascoltare la cantante.

 

Salita sul palco ha subito mostrato una scarsa voglia di esibirsi e tanto meno di impegnarsi al cospetto del pubblico che ha pesantemente fischiato la performance di Amy Winehouse,secondo il programma impegnata a proporre i brani di Rehab.

 

Durante l'esibizione, Amy Winehouse stona ripetutamente, dimentica completamente le parole delle canzoni e si aggira senza costrutto sul palco parlando con gli altri membri della band come se fosse ad una sessione di prova e non davanti ad un pubblico pagante.

 

Il report del concerto illustra che l'apparizione di Ami Winehouse è durata il tempo di cantare sei canzoni per poi abbandonare il palco e lasciare che le vocalist interpretassero al suo posto altri tre brani, fra lo sconcerto, i fischi e le urla di disapprovazione dei presenti.

 

La spiegazione dello stano comportamento potrebbe essere probabilmente nella tazza dalla quale Amy Winehouse ha continuato a bere per il breve periodo in cui è stata sul palco: difficile pensare che si trattasse solo di acqua minerale anche se probabilmente era ugualmente trasparente.

 

Questa notizia non gioverà certo alla fama di Ami Winehouse, soprattutto commerciale, in vista degli ingaggi per i tour della prossima estate che la vedranno anche in Italia, al Lucca Summer Festival 2011, nel prossimo luglio.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment