Il  nuovo film su Silvio Berlusconi:  l'interessato non la prende bene
Il nuovo film su Silvio Berlusconi: l'interessato non la prende bene. 

Mette le mani avanti? E' allergico alla filmografia che dal Caimano in poi non sembra volergli molto bene? Così come lo è nei confronti di libri di cui non conosce il contenuto e dai quali si è ritenuto in passato diffamato? Fatto sta che le dichiarazioni odierne di Silvio Berlusconi non sono un atto d'accusa ma gli somigliano molto: "Mi sono giunte strane voci che sia una aggressione politica nei miei confronti. Spero che non lo sia". Sono state queste le parole con cui l'ex premier Silvio Berlusconi, in occasione di una conferenza stampa a Milano, ha risposto a chi gli domandava un commento circa il film che il regista Paolo Sorrentino sta girando e che avrà come interprete principale Toni Servillo.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Silvio Berlusconi tenere di essere aggredito politicamente da un film? Il retropensiero è emerso nel corso della conferenza stampa sul referendum lombardo-veneto sull’autonomia.

Alla domanda se si riconosca nei primi scatti di Toni Servillo, che lo interpreterà in un film diretto dal regista premio Oscar per "La grande bellezza", l'ex premier non è sembrato entusiasta di quello che potrà accadere al suo personaggio.

L'ultima volta che Berlusconi è entrato in una scena cinematografica, e lui stesso andò a vedere il film con i nipoti, era stato in occasione di "2012", il kolossal che lo ritraeva a Roma durante la devastazione dell'Italia in una imminente fine del mondo.

Sempre in quegli anni, durante il  film "Ex-amici come prima",  i riferimenti a "papi" e alle notizie-gossip sul primo ministro erano stati pronunciati sul set proprio da Vincenzo Salemme.

Ma il nervo scoperto del  Cavaliere è sempre quello, il Caimano: il film "Loro" di Paolo Sorrentino, sembra però molto diverso dalla pellicola di Nanni Moretti sull'ascesa politica dell'uomo d'affari milanese.

Alcuni ciak, in ogni caso, sono stati girati non lontano da Porto Ercole, a due passi dalla laguna di Orbetello, nello scenario del Golf Resort Argentario di Terrarossa. 

Solo bei paesaggi? Solo location suggestive? Nulla da temere per Silvio Berlusconi?

Non si direbbe, perchè sembra in effetti che al centro della narrazione di "Loro", ci siano appunto, come dice lo stesso titolo della pellicola , gli amici di Berlusconi.

Sorrentino porta sul grande schermo i lati oscuri del potere, i "bunga bunga" con le "olgettine", le cene del Cavaliere circondato da una corte di donne belle, giovani e in molti casi disponibili, che sperano in una carriera nel cinema e in tv. 

Ecco perchè in un momento cruciale della fase politica, in cui il Centro-destra italiano sembra stia riguadagnando consensi con lo stesso Berlusconi impegnato a riguadagnare centralità nel quadro politico, questo ritorno di un passato controverso sembra non fargli proprio piacere.

Sul proprio film, Paolo Sorrentino ha dichiarato alla Bbc: "Il mondo vede Silvio Berlusconi come una persona semplice. Ma studiandolo, ho capito che è molto più complesso".

Non solo: "Mi interessa l'uomo che c'è alle spalle del politico, non sono così interessato alla questione politica. Sono abituato a vedere il potere ovunque. Non è una questione che riguarda solo Berlusconi".

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Berlusconi contro film Sorrentino, lui: "Silvio è complesso", adnkronos.it, 18 Ottobre 2017

Per l'immagine: www.we-news.com

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment