gossipPer Emilio Fede, forse ancora sotto shock a causa dell'aggresione subita in questi giorni, la massa di studenti che in questi giorni sta protestando affinchè il diritto allo studio non sia minato da riforme e tagli alle Università, è tutta gentaglia che va picchiata perché quello è l’unico linguaggio che può capire.

Il direttore del Tg4, durante la messa in onda del suo giornale, con molta durezza e quasi al limite del disgusto, ha commentato le immagini dei ragazzi che sono entrati giovedì venticinque novembre al Senato.

 

Il conduttore ha parlato di “estremismo rosso”, di bande organizzate con “berretti rossi”, “incappucciati” e violenti, “vergognosi”.

Sembra, dalle sua dichiarazioni, che Emilio Fede abbia visto nell’atto di questa manifestazione qualcosa che, a suo dire, non è mai accaduto nella storia di una Repubblica democratica come la nostra, ovvero la violazione di quello che, senza ironia, può essere chiamato il tempio della nostra Costituzione ovvero il Senato.

Forse Emilio Fede non ha ben capito che nella registrazione dell'audio della manifestazione i ragazzi dicevano solo "aprite, aprite, aprite" e alla cariche della polizia hanno risposto con delle uova.

 

Il mezzobusto del quarto canale ha continuato poi non usando mezzi termini nell’attacare una protesta che può essere legittima ma che non giustifica l’ingresso non autorizzato in un luogo da lui considerato inviolabile come palazzo Madama... ma chi ci governa non dovrebbe forse fare i nostri interessi?

Chissà se Emilio Fede se lo ricorda.

Inoltre tra le tante parole dal retrogusto repressivo, dette da Emilio Fede, alcune hanno lasciato uno strano senso d’inappropriatezza, quasi incoerenza, soprattutto se si sta commentando immagini definite violente: «un popolo civile, quale noi siamo, dovrebbe intervenire, intervenire e menare, perchè questi capiscono solo di essere menati»

Queste sembra siano state le vere parole del direttore.

Cristina Pozzato...published by Manager_Alessandro Bechis

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment