È legale vendere online la propria verginità?
È legale vendere online la propria verginità?

Perchè una donna sceglie di mettere all'asta la propria verginità? Dove è legale farlo? Sono storie vere o è tutta finzione? Chi guadagna con queste aste? A quanto ammonta il business delle aste online che riguardano le donne? È prostituzione? Chi è disposto a pagare e quanto per avere una donna ancora vergine? Nell'epoca di internet e di crisi economica tutto è possibile, perfino decidere di mettere all'asta la propria verginità. Può sembrare strano ma si tratta di un fenomeno in crescita e per qualcuno è diventato anche un lavoro molto proficuo. Ecco tutte le novità relative relative all'argomento, donne stupende sono pronte a vendere la loro prima volta per raggiungere gli obiettivi più disparati. Una notte di sesso può cambiare la vita, ecco come.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Una notte di sesso può cambiare la vita e, infondo, tra donarsi ad un fidanzato che magari ti lascerà o concedersi ad un emerito sconosciuto che è pronto a pagare milioni di euro, forse chissà che non sia meglio optare per quest'ultima ipotesi. 

Questo incipit potrebbe sembrare anche azzardato, ma c'è chi questo ragionamento lo ha fatto davvero per poter raggiungere anche dei nobili scopi nella vita.

Quella della verginità venduta all'asta è una di quelle notizie cicliche, della serie a volte ritornano, ma adesso la vera news è che c'è qualcuno che ha deciso di far diventare il mercato delle vergini un vero e proprio lavoro anche molto remunerativo.

Siamo in Germania dove un ragazzo di 26 anni ha fondato la ''Cindarella Escorts'', la prima vera agenzia che ha messo in vendita nella rete la verginità di ragazze bellissime ottenendo dei risultati oltre ogni immaginazione. 

Anche per uno abituato ad osare. come il giovane Jan Zakobielsky, fondatore dell'agenzia, sarà balzato dalla sedia quando per una sua cliente è arrivata una mega offerta di ben 2, 3 milioni di euro per la propria verginità.

Le bellissima ragazza in questione è la 18enne Alexsandra Khefren che ha ricevuto la strepitosa offerta da un ricco uomo d'affari di Hong Kong grazie alla intermediazione della ''Cindarella Escorts''.

L'offerta è arrivata circa una settimana fa e la Khefren ha fatto sapere che con questi soldi per studiare a Oxford e per comprare una bella abitazione ai suoi genitori.

La ragazza, di origine rumena, è già diventata una star e sono tante le ragazze pronte ad emularla.

L'agenzia, invece, ha ricavato da questo milionario affare il 20 percento della cifra complessiva, niente male per una realtà imprenditoriale che, fino a qualche tempo fa, poteva sembrare anche un po' azzardata.

Adesso, invece, per il 26enne imprenditore tedesco si è aperto un nuovo mondo, con prospettive di guadagno inverosimili.

Davvero niente male per uno che lavora comodamente da casa (dei suoi genitori) con il suo Portatile.

Delle vendita della verginità online si parla da tempo, è una notizia che nel web ricorre con periodicità ciclica.

Molti ricorderanno il primo caso reso noto intorno al 2012 con la prima asta di qualche centinaia di migliaia di euro e a quella se ne sono aggiunte altre, ma sono stati sempre episodi sporadici.

Stavolta, però, la bella Alexandra sembra aver fatto scuola, tanto che in pochissimo tempo la Cindarella Escorts si è vista arrivare centinaia di candidature di ragazze pronte a seguire le orme della diciottenne.

Una manna dal cielo per il giovane Jan che adesso si trova a selezionare centinaia di curriculum di bellissime ragazze.

In realtà per lui si tratta solo della diversificazione di investimento, dato che ha già lavorato 'affittando' le escorts, una pratica che in Germania è legale dal 2002, da quando cioè è stata legalizzata la prostituzione.

Tante ragazze sono rimaste impressionate dall'affare milionario portato a termine dalla bellissima ragazza rumena e, forse, ancor di più dalle sue dichiarazioni rese note in occasione della sua partecipazione in un noto programma televisivo tedesco dove è stata accolta come una vera e propria star.

Alexandra Khefrin ha dichiarato che quei soldi le serviranno per coronare il suo sogno di studiare nella prestigiosa Università di Oxford e di poter comprare una bella abitazione per mamma e papà.

Le dichiarazioni della diciottenne non si sono limitate solo a questo, la ragazza ha impressionato tutti quando ha dichiarato che per lei, il fatto di aver donato la sua verginità ad uno sconosciuto in cambio di soldi non è è assolutamente un problema.

'Tra concedersi ad un ragazzo che poi ti lascerà, ha dichiarato Alexandra, e farlo ad un emerito sconosciuto che disposto a pagare, meglio darla al migliore offerente'.

La ragazza ha dichiarato anche di aver avuto l'idea di mettere all'asta la propria verginità all'età di 15 anni dopo aver visto il film ''Proposta Indecente''.

Alexandra Khefren ha concluso il tuo intervento in televisione lanciando il messaggio che ogni persona ha diritto di vivere la propria vita come meglio ritiene opportuno.

In Germania la verginità delle donne è sempre più richiesta, secondo le associazioni che operano per aiutare le ragazze ad uscire dalla prostituzione, il fenomeno è destinato a crescere ancora.

Secondo alcuni, invece, il fatto di chiudere transizioni così proficue, può aiutare le donne ad uscire da una sorta di schiavitù e abbandonare per sempre il mondo della prostituzione e dello sfruttamento.

Ogni qualvolta vengono alla ribalta storie come queste, in Italia si apre anche il dibattito sull'opportunità o meno di legalizzare la prostituzione.

Per molti si tratterebbe dell'occasione per ridurre lo sfruttamento delle donne e migliorare le condizioni sanitarie di chi si prostituisce, ma la politica stenta a trattare in maniera seria questo argomento.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Mette all'asta online la sua prima volta, Corriere.it, 12 aprile 2017

Per l'immagine: Internet.

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Carmelo Riccotti La Rocca, il Capo Redattore (leggi la sua biografia).

Log in to comment