tvForse la terribile malattia avrà dato alla testa al povero Alan Bills, fatto sta che questo tassista inglese, dopo aver appreso si essere allo stadio terminale di un cancro, ha stretto un accordo con una tv inglese per essere mummificato in diretta.

Alan Bills dopo la sua bizzarra decisione aveva preteso di essere chiamato per quel che restava della sua vita Tutan-Alan, in onore di Tutankhamon, il faraone egizio mummificato  nel 1323 avanti Cristo.

 

Chissà se Alan Bills, nel prendere la sua decisione, aveva pensato alle parole di Andy Wharol, che aveva pronosticato un futuro in cui ognuno avrebbe avuto i suoi 15 minuti di celebrità.

Fatto sta che lunedi 24 alle ore 21 Channel 4 manderà in onda Mummyfing Alan: l’ultimo segreto dell’Egitto, documentario in cui si mostrerà passo passo la mummificazione di Alan Bills.


Nel dettaglio, si potrà assistere a come a Tutan-Alan siano stati asportati gli organi interni, tranne il cuore e il cervello, poi come sia stato unto di olio di sesamo e resine, quindi inzuppato nel natron, ovvero un sale trovato nei letti dei fiumi asciutti dell'Egitto.

Dopo una "marinatura" di un mese i resti di Alan Bills sono stati essiccati ed avvolti in bende di lino.

 

Jan Bills, la vedova di Alan Bills, con il tipico humour britannico ha commentato: "Sono l’unica

donna del Regno che per marito ha una mummia", dove non sfugge il gioco di parole tra "mummy", mummia, e "mummy", mamma.

Come dire: "Sono l'unica donna inglese che ha come marito una mamma".

Written by Marzia Muzi modificated by Manager_Igor Scarabel

   


Vuoi "Guadagnare Online Commentando gli Articoli di altri autori"??? Inizia da questa News!!!

1) Registrati gratuitamente; 2) Effettua il Login; 3) Commenta l'articolo con almeno 120 parole ... Vuoi sapere di più? Leggi le "FAQ".

ATTENZIONE: NO SPAM, NO link verso altri siti web, NO a volgarità, diffamazione, razzismo, pornografia, pedofilia, gioco d'azzardo, alcool, fumo, etc.. I trasgressori verranno BANNATI A VITA!

Hai trovato un errore o una disattenzione?! Non scrivere un commento qui sotto, MA comunicacelo direttamente su Contatti Redazionali

Log in to comment