Come la Tosca in teatro
Come la Tosca in teatro

La Tosca di Giacomo Puccini ha in sé tutti gli ingredienti alla costruzione di un "giallo": amore, gelosia, arma del delitto, potere, ribellione e inganno. Tosca è protagonista o è travolta dagli eventi? Scarpia è un carnefice o una vittima? E il povero Cavaradossi è solo disattento o se la va a cercare? Ma, sostenuta dalla stupenda musica di Puccini, è un meraviglioso mondo di possibilità.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Tratta dall'omonima opera di Victorien Sardou e andata in scena per la prima volta il 14 gennaio 1900 al Teatro Costanzi di Roma con la suggestiva musica di Giacomo Puccini e il libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, Tosca racconta, nell'arco di un solo giorno, le ultime ore di vita della cantante Floria Tosca, del suo amante il pittore Mario Cavaradossi e del loro antagonista, il capo della polizia Vitellio Scarpia, l'uomo più temuto e odiato di Roma.

L'aspetto interessante di un'opera come Tosca è la quantità di teorie che si possono costruire intorno ai personaggi e ai loro rapporti interpersonali e che sono in grado di condizionare un'intera impostazione registica.

Un esempio? Basterebbe la domanda "quanti anni ha Tosca?". Questo perché se Tosca fosse una donna giovane e avvenente la storia assumerebbe una forma, ma se invece fosse una ben conservata cantante "âgée" la situazione sarebbe completamente diversa.

Altra domanda potrebbe essere "quale è la vera natura del rapporto tra Cavaradossi e la fantomatica marchesa Attavanti? Sono amanti o davvero Cavaradossi l'ha dipinta senza conoscerla?"

Un discorso simile si potrebbe fare per la figura del sagrestano: "macchietta o spia? Semplice uomo di chiesa o informatore della polizia?"

Sono tutte domande che, nel momento in cui si approccia a Tosca, è interessante porsi. Infatti la scelta di una possibilità piuttosto che l'altra farebbe cambiare tono e prospettiva all'intera opera.

Un altro aspetto su cui vale la pena soffermarsi è il modo in cui, con l'ausilio di due semplici caratteristiche, si è resa appassionante una storia davvero molto banale.

La trama è semplice: Tosca ama il pittore Mario Cavaradossi, ma la sua gelosia la porta a vedere fantasmi dove non ce ne sono. Questo fatto viene sfruttato da Scarpia per trovare il nascondiglio di Cavaradossi, sospettato di aver aiutato un evaso a fuggire. Costringendo Tosca ad ascoltare le torture inflitte al suo amante, il capo della polizia ottiene la posizione del fuggitivo. La condanna a morte di Cavaradossi fa sì che Tosca accetti di passare una notte d'amore con Scarpia a patto di aver salva la vita del pittore e un salvacondotto per lasciare Roma. Scarpia accetta e organizza la finta esecuzione e prepara i documenti, ma ottiene solo la morte per mano di Tosca. La donna corre dall'amato per dirgli ogni cosa. Tuttavia al momento della fucilazione, Tosca si rende conto dell'inganno di Scarpia e, disperata, si getta da Castel Sant'Angelo.

Quali sono dunque i due ingredienti fondamentali che rendono la storia intrigante?

La gelosia di Tosca e la figura della marchesa Attavanti che, pur non comparendo mai in scena, è la miccia che innesca la reazione a catena che porterà alla tragedia. Perché?

Perché vuole bene a suo fratello Cesare Angelotti (il fuggitivo a cui dà la caccia Scarpia) e ne organizza la fuga nascondendo vesti e accessori femminili nella cappella di famiglia nella Basilica di Sant'Andrea della Valle.

Sfortuna vuole che proprio in quella chiesa Mario Cavaradossi debba dipingere la Maddalena e che scelga proprio l'Attavanti come modella (da qui ognuno può cominciare a costruire la propria teoria).

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per l'immagine: www.we-news.com

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment