Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Dal 3 marzo 2015 all'8 marzo al teatro Ghione, tutti i giorni alle ore 21  e la domenica alle ore 17.00 per un biglietto di 25,81 euro andrà in scena '' Le fuggitive'' con Milena Vukotic e Valeria Valeri. Claude anziana signore che vive in una casa di riposo e Margot che vive in un modo che la vuole inchiodare ad un ruolo che le è stato imposto si incontrano.

In seguito a richiami della vita quotidiana e sulla situazione della terza età, in particolare alle condizioni di donne e casalinghe, lo spettacolo offre spunti comici ed emozionanti. Di Pierre Palmade e Cristopher Duthurou, regia Nicasio Anzelmo. La tale commedia mette in scena le forti attrazioni che possono far interagire più donne della terza età tra loro, e l'idea non è affatto malvagia, poiché si potrebbero trovare insieme spunti ed hobbies che facilitano il contatto che andrebbe a crearsi tra coetanee anche in età matura.

La Vukotic e la Valeri (e non scordiamoci che quest'ultima ha più di 90 anni) sono due eccellenti attrici che riescono a farci sentire tutte le incombenze di una età avanzata e le difficoltà che questa comporta. Ma il problema si potrebbe porre qualora esistano disabilità o mancanza di senno da parte di alcuni anziani, altrimenti il poter vivere assieme non può che essere un fatto positivo.

Non solo per la contemporaneità dell'età, ma anche per la similitudine di alcuni caratteri che, se vissuti in modo adatto, anche nel caso delle vedovanze, non possono che arricchire i rapporti anche con l'altro sesso che si dice che a quell'età non restituisca più emozioni. E di emozioni è composto questo che viene chiamato un dramma ma che in realtà ha molto della commedia.

La terza età è sempre più presa di mira da badanti non adatte e da famiglie che non vogliano passare il tempo con i propri parenti ma bisognerebbe riflettere su quanto questa abbia ancora da regalare, non solo alle nuove generazioni, ma anche ai loro stessi contemporanei che possono arricchire il cammino di un resto di vita che per molti sarà soltanto un ricordo, ma che ci auguriamo con accanto qualcun altro sempre più piacevole.

Il periodo che vede la vecchiaia come protagonista non sarà certo tra i  migliori, ma certamente se vissuto con una amica è vissuto in modo più propizio alla mancanza di solitudine che è una delle pecche di questa età. La solitudine è la prima ''bestia rara'' che bisogna combattere in questo caso ed è la prima nemica da sconfiggere nella malaugurata ipotesi di doversi trovare finanche in condizioni economiche difficili.

Così in questo dramma le due amiche riescono a ritrovare il miglior modo per sconfiggere questi ''fantasmi dell'età''. Fantasmi che possono non attecchire soprattutto al carattere se scacciati con forza nel caso di passatempi intrapresi assieme e periodi di vita che vede coinvolte le donne, in questo caso soprattutto vicine nella condizione di casalinghe che è una delle caratteristiche che le fa incontrare. Dovremmo tutti andare a vedere il dramma-commedia per dimenticare una condizione che può un domani distaccarci troppo dalla realtà benevola.

Vuoi sapere quante visite ha questo articolista? Clicca sul bottoncino "VS" a lato.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment