"Cuore di neve" al Teatro Ghione di Roma. Orari, date, prezzi del biglietto e recensione dello spettacolo, (by mg66)

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Va in scena dal 18 al 30 novembre 2014 al Teatro Ghione di Roma, per 11.22 euro, il martedì, mercoledì e giovedì alle 10.30, ed il giovedì anche alle 11.30, mentre domenica alle 17.00, la favola commediata ''Cuore di neve'' e tutti gli altri giorni alle 21.00. Lo mette in scena la ''Compagnia Piccoli per caso'' che ha lavorato anche con Valeria Valeri e Paolo Ferrari, e vengono da uno strepitoso successo de ''L'isola che non c'è''. 

La storia è quella di un bambino malato che riceve dai genitori per natale una slitta da neve, ma lui ci vuole andare, benché i genitori gli diano sempre la stessa risposta: ''Non si può''. I suoi più fedeli compagni sono: Giacomo e Camilla (di cui il bambino è follemente innamorato), e gli unici altri alleati sono i fratelli: Lavinia e Giacomo.

Un giorno gli appare in sogno Zenoroc, un angelo mediato dal cielo per ''sapere'' qualcosa sulla terra, e diviene subito il suo confidente preferito. Si raccontano due realtà: si osservano e si raccontano varie cose tra loro. Il testo e la regia sono di Guido Governale e Veruska Rossi.

La compagnia ha mietuto successi per quattro anni di pubblico e critica. Il bambino è Mattia, che, con la sua malattia, ci fa capire quanto sia difficile stare fermi in un posto, pur avendo ricevuto un regalo tanto anelato e di cui si potrebbe certamente approfittare.

Ma tutto ciò, con la compagnia degli altri bimbi e dei fratelli gli consente di sopportare meglio una condizione che altrimenti sarebbe di solitudine. Ma ancor più bello è il modo con cui egli reagisce alla solitudine: parlando con un angelo che è in contatto con la terra. E domandiamoci quante volte anche noi facciamo la stessa cosa. 

Soprattutto quando siamo soli, siamo costretti ad immaginarci qualcuno che ci tenga compagnia, perché la solitudine, pare dire la storia: non è di questo mondo. Chi non ricorda Aristotele: l'uomo è un animale politico, ed ergo, da solo non ci può certo stare. Così, a volte, si è costretti, ad inventarsi qualcuno, soprattutto se si è malati nel corpo e nello spirito.

E a volte quasi sempre le due cose vanno di pari passo, anzi, si oserebbe dire: sempre. Lo spirito ha bisogno di un corpo forte per essere sostenuto, ed anche il corpo ha bisogno del suo spirito avanzatamente audace per potersi soffermare e potersi poi rimuovere: in ogni caso.

Ma un complimento va a questi bambini che recitano quasi da soli, in una Compagnia che è ormai cosa d'altri tempi, che riescono a portare in scena favole che non si sentono più raccontare, e in passato (e forse chissà, anche nel futuro) anche con mostri sacri come Valeria Valeri e Paolo Ferrari, e, non lo si è ancora pronunciato, con l'aiuto del nome dei ''Love letters''.

In passato poi anche personaggi dello spettacolo come Paolo Bonolis è stato testimonial dell'evento ed è quello che mi è rimasto più in presso, perché ogni sera mi diverte col suo preserale ed è stato il baby sitter si molti bambini tra gli anni '80 e '90. Ed è un piacere sapere che ancora si interessi, col suo spirito, anche un po' goliardico, ancora ai bambini. 

Vuoi sapere quante visite ha questo articolista? Clicca sul bottoncino "VS" a lato.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment